Ravenna

Bagnacavallo esalta l’arte con una doppia mostra

In esposizione Diluca e Klinger

Nella cornice dell’ex convento di San Francesco di Bagnacavallo, le opere del giovane artista milanese Francesco Diluca sono protagoniste fino al 4 novembre di un allestimento sorprendente, nel quale il fitto dialogo con il senso di decadenza delle pareti scrostate e vissute delle sale fa da cassa di risonanza per la sua proposta artistica, caratterizzata dalla meditazione sul concetto di tempo, della sua relatività, e sull’evolversi dell’uomo e delle cose fino alla loro consunzione. Le sculture antropomorfe di Diluca, realizzate per la maggior parte in fili o ramificazioni metalliche, giocano sull’ambiguità tra il corpo umano, i sistemi linfatici del mondo vegetale e le infiorescenze animali dei coralli. Questa ibridazione, tutta simbolica, punta a un concetto universale di evoluzione della vita, in cui gli organismi crescono, si sviluppano e decadono ognuno con il loro tempo, comunque limitato e irrisorio, se posto a confronto con la fissità della dimensione cosmologica dell’infinito. Ma inizio e fine, nell’eterno ciclo della vita, non sono che passaggi.
Sempre a Bagnacavallo, ma al Museo Civico delle Cappuccine e per tutto il mese di novembre, il percorso espositivo di Max Klinger offre al pubblico la possibilità di ammirare 11 dei 14 Opus che hanno contrassegnato la sua produzione grafica, all’interno dei quali sono compresi i fogli più noti dell’artista. Accanto ai grandi cicli incisori in mostra sono esposti alcuni fogli sciolti, tra i quali alcune preziose opere che testimoniano il particolare legame esistente tra l’arte visionaria di Klinger e quella di Arnold Böcklin.
Info: www.museocivicobagnacavallo.it


VALLI E PINETE

70 appuntamenti con il buon cibo

Al via la 21esima edizione di Valli e Pinete, itinerario gastronomico tra sapori di stagione e prodotti del territorio di Ravenna. La manifestazione punta a riscoprire le ricette tipiche del territorio. Fino al 9 dicembre settanta appuntamenti nei dieci ristoranti che hanno aderito all’iniziativa.
Info: www.facebook.com/valliepinete


TUFFO NELLA STORIA

Visita al Mausoleo di Teodorico

Gli appassionati di storia sanno bene che Ravenna ospita alcune delle più importanti testimonianze del periodo del tardo Impero Romano, come il Mausoleo di Teodorico. Fino al 4 novembre c’è la possibilità di partecipare a visite guidate alla scoperta della celebre costruzione funeraria degli Ostrogoti.
Info: www.ravennantica.it


IL RICONOSCIMENTO

Ravenna rende omaggio a Dante Alighieri

Dante Alighieri, esule da Firenze, trovò rifugio a Ravenna dove scrisse parte del Purgatorio e il Paradiso, e qui si spense il 13 settembre 1321. La città di Ravenna, sua ultima patria per un seppur breve periodo di tempo, rende così omaggio al Sommo Poeta. Fino a metà novembre sono in programma approfondimenti scientifici, occasioni partecipative, confronto tra ambiti di interesse differente e costruzione inclusiva di un percorso concreto, fatto di luoghi, eventi e persone in più punti della città di Ravenna.
Domenica 11 novembre, ad esempio, lettura integrale della Divina Commedia con voci, suoni, immagini alla Basilica di San Francesco. Sabato 17 novembre è invece in calendario una doppia lettura Biblioteca Classense: “Dante e le guerre: tra biografia e letteratura” e “Fra teologia e diritto: pace e guerra giusta nella Monarchia”, a cura dell’Associazione Amici di Ravenna Festival.
Info: www.turismo.ra.it


SU IL SIPARIO

La Stagione dei Teatri, grande successo

Per il terzo anno consecutivo i due teatri cittadini di Ravenna, il teatro Dante Alighieri e il teatro Luigi Rasi, uniscono le proprie programmazioni nella Stagione dei teatri, un cartellone pensato per il superamento della tradizionale separazione tra prosa e contemporaneo, inseguendo un teatro libero da generi e distinzioni.
Tra gli appuntamenti in calendario c’è Capotrave (mercoledì 7 novembre alle 21) a Palazzo Rasponi dalle Teste. L’annuncio di un attacco terroristico in un paesino di provincia provoca sgomento in coloro che devono assumersi la responsabilità di decisioni disperate, in un consesso ad alta tensione che assume anche toni grotteschi. Come testimoni infiltrati, li osserviamo nel corso di un’ora concitata che si trasforma in una sospensione del tempo. Il terrore scava nelle paure profonde, dove i luoghi comuni corrodono la capacità di comprendere le pieghe della realtà.
Info: www.teatroalighieri.org


Il Tempo Ritrovato è ora
alla Biblioteca Classense

Nuova sede per quinta edizione della rassegna

Prosegue fino al 28 novembre 2018 la rassegna letteraria Il Tempo Ritrovato, curata dallo scrittore Matteo Cavezzali in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna. Giunta alla quarta edizione, l’evento ritorna alla Biblioteca Classense di Ravenna e in altri luoghi culturali della città con un appuntamento fisso il mercoledì alle ore 18. Questa edizione si caratterizza anche per una serie di eventi dedicati ai ragazzi, “Il Tempo Ritrovato Junior” alla Sezione Holden della Classense. Il 7 novembre Fabio Stassi, direttore della Biblioteca di Studi Orientali della Sapienza, presenta “Ogni coincidenza ha un’anima” in cui un insegnante precario e lettore come pochi, si è inventato un nuovo lavoro, quello di biblioterapeuta. Il 14 novembre l’ospite è Matteo Codignola, autore, traduttore ed editor, per presentare il suo libro “Vite brevi di tennisti eminenti”. Il tennis come istigazione a raccontare. Di quando il tennis era un mondo libero e per molti versi alieno, dove ognuno sembrava dare, del gioco, un’interpretazione quantomeno personale. Il 22 novembre, unico giovedì, la scrittrice Grazia Verasani presenta “La vita com’è. Storia di bar, piccioni, cimiteri e giovani scrittori” in cui un Giovane Scrittore chiama la scrittrice di cui ha letto tutti i romanzi e le sottopone il suo manoscritto per avere un parere e magari qualche consiglio. Il 28 novembre è il turno di Eugenio Sideri con “Partigiani”. Il regista e drammaturgo racconta dieci anni di testi dedicati alla Resistenza. Con drammatizzazione dei suoi attori. Ingresso libero a tutti gli appuntamenti.
Info: www.iltemporitrovatoravenna.it


Si celebra il centenario della US Air Naval Station

Il mito americano in Italia dalla guerra

Farewell to Ravenna – Celebrazioni del centenario della US Air Naval Station di Porto Corsini (1918 – 2018) è un progetto ideato dall’associazione “1918: Americani a Porto Corsini”, dedicato alla memoria della presenza americana sul territorio di Ravenna durante la prima guerra mondiale. A cent’anni da quella data, un percorso per ricordare la grande guerra riannodando insieme alla comunità locale i fili di una narrazione che, senza essere condivisa, rischierebbe di andare perduta. Sabato 24 novembre c’è la giornata di studi alla Biblioteca di Storia Contemporanea su “Il mito americano in Italia dalla Grande Guerra alla questione adriatica”.
Info: www.classense.ra.it


RASSEGNA DI CONCERTI

C’è Bellezza fuori porta: musica e arte

L’autunno riporta gli incontri musicali del Collegium Musicum Classense nel territorio di Ravenna, e quest’anno lo fa con un nuovo progetto: Bellezza fuori porta. Una rassegna di concerti con interpreti di indiscussa qualità artistica, in luoghi solitamente non dedicati allo spettacolo e raramente aperti al pubblico, ma di grande interesse storico e culturale. Si tratta di un’ulteriore possibilità per ascoltare musiche di qualità in luoghi storici che impreziosiscono il territorio su iniziativa dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna. Domenica 4 novembre va in scena l’ultimo appuntamento ovvero “Il lontano, l’esotico” (ore 17.30 al Museo nazionale di Ravenna in Via San Vitale, 17) con Musica dalle crociate: Enea Sorini (voce e percussioni) e Peppe Frana (liuto e oud). A chiudere la giornata ci sono i festeggiamenti dei 30 anni dell’Associazione Collegium Musicum Classense.
Info: collegiummc.racine.ra.it


XX EDIZIONE

Sport, cultura e turismo: è la Maratona

Domenica 11 novembre è in programma la XX Maratona Internazionale Ravenna Città d’Arte per un fine settimana all’insegna dello sport ma anche della cultura e del turismo. Diversi i percorsi in programma: dalle gare competitive – Maratona (42,195 km) e Mezza Maratona (21,097 km) – a quelle non competitive come la Good Morning Ravenna (10,5 km), la Conad Family Run (2 km) e la novità di quest’anno, la Dogs&Run (2 km). Tutte le gare, competitive e non, partiranno da via di Roma alle 9.30, a eccezione della Conad Family Run, che si terrà il giorno precedente, sabato 10 novembre alle 10.30 con inizio dai Giardini Pubblici e della Dogs&Run che partirà il 10 novembre dai Giardini Pubblici alle 12. I percorsi sono tutti all’interno della città fatta eccezione per la Maratona che si spingerà fino alle porte di Punta Marina Terme e toccheranno i monumenti Unesco, attraversando il cuore di Ravenna.
Info: www.maratonadiravenna.com

2018-10-30T09:44:14+00:00Argomento: INTRATTENIMENTO|