Cervia Città Giardino: in corso
la 47° edizione della mostra floreale

I capolavori “naturali” sono visibili fino al 30 Settembre

Considerata tra le più importanti manifestazioni italiane dedicate all’architettura del verde, “Cervia Città Giardino”, arrivata alla 47° edizione, fiorisce, letteralmente, da maggio quando artisti, tecnici e architetti del verde in rappresentanza di 60 città ed enti italiani e stranieri si danno appuntamento per trasformare le aiuole e i giardini delle località di Cervia, Milano Marittima, Pinarella e Tagliata in vere e proprie opere d’arte, dando vita ad una grande mostra en plein air. Questa amichevole gara non competitiva si rinnova ogni anno grazie al confronto e all’interscambio di creatività dei maestri del verde che sfocia in allestimenti originali e sperimentali, un vero e proprio trampolino di lancio verso le più affascinanti e innovative tecniche di architettura del verde. I capolavori di questo eccezionale confronto – 270.000 piante di fiori e migliaia di metri quadrati di tappeto erboso utilizzati per trasformare la città, sculture, espressioni e composizioni emozionanti, figure e geometrie, originali giardini e allestimenti floreali – si possono ammirare per tutto il periodo estivo, fino a fine settembre, passeggiando per Cervia e dintorni ad ogni ora del giorno, ed anche in notturna.
Info: www.turismo.comunecervia.it/it/eventi/manifestazioni-e-iniziative/mostre/cervia-citta-giardino


GUSTO

La Sagra dello
Scalogno

Ogni anno si rinnova l’appuntamento nelle vie centrali del paese, con la mostra mercato da parte degli agricoltori che sono in possesso della certificazione del prodotto e con i ristoratori che propongono piatti rigorosamente a base di questa prelibata tipicità. 28 luglio fornelli operativi anche a pranzo.
Info: www.rioloterme-proloco.it


VISITE

A Bagnocavallo
Podere Pantaleone

Il Podere Pantaleone, con il suo ambiente di grande valore naturale e paesaggistico, ha riaperto al pubblico e offre la possibilità di essere riscoperto anche con visite guidate fino al 6 ottobre. Il Podere Pantaleone è un’area di riequilibrio ecologico e sito di importanza comunitaria di circa sette ettari di terreno.
Info: www.poderepantaleone.it


INFO Prima antologica in Italia

A Faenza la personale
dello spagnolo Barcelò

Fino al 6 ottobre il Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza dedica una grande personale all’artista spagnolo Miquel Barceló uno dei massimi protagonisti della scena contemporanea internazionale. La mostra faentina è la prima vera antologica in Italia dedicata alla sua produzione ceramica, dagli esordi ai giorni nostri, e vede nascere un progetto speciale realizzato dall’artista appositamente per il MIC di Faenza in dialogo con le opere della storia della ceramica esposte nel più grande museo al mondo dedicato a questo linguaggio. Per il MIC di Faenza l’artista creerà un’installazione in dialogo con la sezione dedicata alle ceramiche faentine. All’interno della sala l’artista posizionerà le sue ceramiche, dai primi lavori in argilla della fine degli anni Novanta ai giorni nostri. La mostra proseguirà negli spazi destinati alle mostre temporanee del museo.
Info: www.micfaenza.org


MOSTRA

DA NON PERDERE

La mostra è dedicata all’instancabile mente creativa di Tinin Mantegazza, illustratore, pittore, scenografo e scrittore, artista. L’allestimento ripercorre le principali tappe della sua carriera artistica offrendo al pubblico una vasta selezione di opere e documenti in grado di ricostruire gli svariati volti del suo impegno creativo: dagli anni ’50 collabora con le redazioni de La Notte e del Corriere dei Piccoli ed apre anche una piccola galleria d’arte. Con la moglie Velia inizia a costruire pupazzi e ad animarli in forme originali per spettacoli teatrali e televisivi, fondando anche il Teatro del Buratto, oltre alla collaborazione con Enzo Biagi. Nel percorso espositivo, composto da più di 250 disegni originali, dipinti, pupazzi, fotografie, filmati e documenti, non mancano le sue realizzazioni più note al grande pubblico, come il celebre sig. Toto o il pupazzo Dodò del programma RAI per ragazzi L’Albero Azzurro.
Info: www.museocivicobagnacavallo.it/tinin-mantegazza/