Pesaro-Urbino

Si accendono le tante luci
delle candele a Candelara

Otto giorni tra mercatini natalizi e spettacoli

Quindicesima edizione della prima e unica festa italiana dedicata alle fiammelle di cera nell’antico borgo medievale di Candelara. Con due spegnimenti della luce elettrica, il paese sarà rischiarato dalla sola luce delle candele Otto giorni, dal 24 novembre al 16 dicembre, tra mercatini natalizi, presepi, spettacoli, il Villaggio e l’Officina di Babbo Natale, artisti di strada e decine di attrattive. E naturalmente tanta gastronomia della tradizione.
Tutti i giorni sfileranno per le vie del Borgo i personaggi legati alla tradizione del Presepe vivente. Un corteo storico che si concluderà all’interno delle mura castellane dove saranno protagonisti gli animali legati alla rievocazione. Sarà possibile assistere dal vivo alla preparazione di candele, rigorosamente di cera d’api, come avveniva nel medioevo. Nel mercatino di Candele a Candelara troveranno posto anche le sculture in ferro battuto. Si tratta di silhouettes ornate da centinaia di candeline che disegneranno i protagonisti del Presepe nella via del Borgo. Anche quest’anno sarà attiva l’Officina di Babbo Natale con i suoi laboratori dove centinaia di bambini potranno lavorare con diversi materiali (creta, cera, carta, legno) e realizzare addobbi e figure legate al Natale. I bambini potranno incontrare Babbo Natale, fare una foto e consegnare direttamente una letterina con espressi i propri desideri. Ci sarà anche un’intera banda musicale formata da 35 Babbo Natale insieme a quelli più tradizionali con zampogne e cornamuse. Completeranno il programma nel borgo di Candelara i canti natalizi del Coro Polifonico Jubilate.
Info: www.candelara.com


Dal 9 all’11 Festival del cioccolato artigianale

ChocoFest, c’è profumo di cacao

Arrivano i 3 giorni più dolci dell’anno in cui il cioccolato è il protagonista con mostre mercato, degustazioni e dimostrazioni. A Urbino dal 9 all’11 novembre è in programma il Festival del cioccolato artigianale. Piazza della Repubblica e Piazza San Francesco sono coinvolte da una lunga serie di iniziative. Il festival propone al pubblico la cultura del cioccolato artigianale in tutte le sue varianti. Piazza San Francesco diventa così il punto degli incontri con i maestri artigiani a guidare il pubblico. Piazza della Repubblica è invece il luogo della vera e propria mostra mercato, alla scoperta delle produzioni più particolari e ghiotte.
Info: www.comune.urbino.pu.it


AD ACQUALAGNA

Torna la Fiera del tartufo bianco pregiato

Per i suoi 50 anni di Fiera del tartufo bianco pregiato, Acqualagna festeggia con un’edizione speciale: un weekend in più rispetto al passato e la solita lunga lista di novità tra ospiti e programma. In programma nei giorni 1, 7, 8, 14 e 15 novembre, Acqualagna invita tutti i visitatori italiani e stranieri a immergersi in una tradizione secolare attraverso la grande mostra mercato, il salotto da gustare tra cooking show con chef stellati, esibizioni, sfide tra vip in cucina, spettacoli e degustazioni, percorsi, laboratori didattici e creativi per adulti e bambini, esperienze sensoriali, visive e olfattive insieme a momenti di grande passione nell’assaggio di un sapore unico, il più prezioso di questa terra. La Fiera si sviluppa nelle principali vie del centro storico fino a raggiungere piazza Enrico Mattei, cuore pulsante della cittadina e anima dell’evento con gli stand dei commercianti.
Info: www.acqualagna.com


NEL CUORE DEL MISTERO

Nell’arcana Grotta Ipogea del castello

Chiamata più comunemente la Tomba segreta, la Grotta Ipogea si trova ai piedi del castello di Piagge. Scendendo una rampa di gradini scavati nel tufo, appartenuti probabilmente all’antico ingresso delle mura del castello, si accede a un originale ambiente sotterraneo, una sorta di tomba, o grotta eremitica o luogo di rifugio. La pianta rigorosamente simmetrica, le decorazioni geometriche in rilievo sulle volte e le pareti fanno pensare a un possibile luogo di iniziazione a ordini cavallereschi o di rituali esoterici. Le forme utilizzate per le decorazioni della Grotta sono simboli cristiani antichissimi, tant’è che l’ipogeo presenta un impianto tipicamente basilicale. Occorre ricordare tra l’altro che il territorio di Piagge ha origini storiche romane documentate. In ogni caso, la Grotta Ipogea è un luogo di grande interesse e studio visitabile ogni sabato e domenica del mese di novembre.
Info: www.comune.piagge.pu.it

2018-10-30T09:26:57+00:00Argomento: INTRATTENIMENTO|