Forlì – Cesena

Spettacolo alla Marineria
con il Presepe galleggiante

In mostra pescatori, falegnami, burattinai, bimbi

Nel periodo di Natale e fino al 13 gennaio 2019 le barche della Sezione Galleggiante del Museo della Marineria, nello scenario del Porto Canale leonardesco di Cesenatico, diventano il palcoscenico di un presepe unico nel suo genere. Non si tratta solo di statue tradizionali, ma di figure tipiche della vita marinara, come pescatori, falegnami, burattinai, la pescivendola, la donna con le piadine, bambini e musicisti. Insieme alla Sacra Famiglia e ai tradizionali pastori, possiamo vedere chi salpa o rammenda le reti, chi conduce le imbarcazioni, chi vende il pesce. E poi ci sono i particolari a fare la differenza, come la presenza di un gruppo di delfini che si affaccia dall’acqua. Le statue sono a grandezza naturale; i volti, le mani, i piedi sono scolpiti in legno di cirmolo. Il risultato è certamente di grande effetto, reso ancora più affascinante dalle illuminazioni delle barche che si riflettono sull’acqua del canale. Ogni anno si arricchisce di una nuova statua e di un differente personaggio. Dalle sette figure con cui esordì, oggi il patrimonio scultoreo è di una cinquantina di statue. Queste sono sempre pensate come elementi di una rappresentazione, da vedere dalle sponde del Porto Canale Leonardesco come da una platea. Illuminate, perché nel Presepe sono le luci che danno vita alle figure e scandiscono il racconto. Ed è proprio al calare della sera che la rappresentazione si accende come se si aprisse un sipario. Nato nel 1986, il presepe è opera degli artisti Tinin Mantegazza, Maurizio Bertoni e Mino Savadori, sviluppato da un’originale idea di Guerrino Gardini.
www.presepemarineria.it


FORLÌ

Sempre teatro al Diego Fabbri

La Stagione teatrale del Diego Fabbri è organizzata nei cartelloni di prosa, moderno, comico, danza, operetta, a cui si aggiungono importanti appuntamenti Fuori Abbonamento. Dal 17 al 20 gennaio Umberto Orsini, Massimo Popolizio e Giuliana Lojodice sono protagonisti di Copenaghen di Michale Frayn.
Info: www.accademiaperduta.it


RIDRACOLI

Idro, ecomuseo acque e foreste

Situato nel Parco nazionale delle Foreste casentinesi, nello scenario del lago di Ridracoli, Idro si compone di una sede centrale e di poli dislocati sul territorio. Il visitatore è guidato all’esplorazione dei suoi segreti utilizzando modellini, esperimenti scientifici e giochi con cui fare scoperte.
Info: www.atlantide.net/idro


LA MOSTRA MERCATO DI COSE ANTICHE E BROCANTAGE

C’era una volta l’antiquariato a Cesena

Oltre 300 espositori di tutta Italia si danno appuntamento il 19 gennaio nei padiglioni di Cesena Fiera di Cesena per dar vita al grande happening di antiquariato e brocantage. Librerie antiquarie e operatori specializzati dall’Italia e dall’estero sono presenti accanto alla tradizionale mostra-mercato in una sezione esclusiva destinata alle rarità bibliografiche dal XVI secolo in poi, cartografie e stampe. Oltre alle proposte di antiquari affermati il pubblico trova il fascino del mercatino di strada, con un’offerta merceologica vastissima e la comodità di disporre sempre di un’area espositiva coperta, al riparo dalle intemperie e riscaldata durante i mesi invernali. Grazie a questo format alcune edizioni di C’era una volta… Antiquariato arrivano ad accogliere anche oltre 300 espositori provenienti da tutta Italia: dal brocantage all’antiquariato più prezioso con mobili, quadri, ceramiche, libri, oggetti preziosi dal 600 fino al secolo scorso. E con un grande successo di pubblico. Info: www.ceraunavoltantiquariato.it


TRADIZIONE

Natale a Forlì col Mercatino

Arriva il Natale e anche le tradizioni di Forlì. Per la gioia di grandi e piccini, come ogni anno torna il mercatino natalizio in Piazza Aurelio Saffi dove gli appassionati possono trovare dolci, croccanti e zucchero per i più golosi, addobbi per l’albero e per il presepe e tantissime idee regalo.
Info: www.promomercato.it


SOLFATARA

Il Presepe nelle grotte

Come da tradizione, si rinnova a Predappio Alta il presepe che si snoda nelle gallerie della vecchia miniera di zolfo. La rappresentazione, che a ogni edizione propone una scenografia diversa, racconta la vita di Gesù fino alla Resurrezione attraverso 17 scene animate lungo un percorso di 200 metri.
Info: www.predappioalta.org


Tutta la fotografia di Paolo Monti
è ai Musei San Domenico di Forlì

Quattro mostre dedicate al celebre artista sperimentatore

Fino al 6 gennaio è possibile partecipare al progetto espositivo “La fotografia di Paolo Monti”, uno dei più grandi fotografi italiani del secondo Novecento, ai Musei San Domenico di Forlì. Fotografo e sperimentatore, Monti ha curato il progetto di rilevamento del patrimonio culturale e dei centri storici, esplorando il rapporto tra fotografia e rappresentazione del patrimonio culturale. Il percorso è articolato in quattro distinte mostre, che indagano i diversi aspetti del lavoro del noto fotografo. La prima è “Paolo Monti – Fotografie 1935-1982”. In collaborazione con la Fondazione Beic e il Civico Archivio Fotografico del Castello Sforzesco di Milano. Quindi “Paolo Monti e il censimento del centro storico di Forlì”: selezione di fotografie realizzate per il censimento del centro storico della città di Forlì e conservate presso la Biblioteca comunale Aurelio Saffi. La terza è “Paolo Monti dalle campagne di rilevamento al censimento delle vallate forlivesi”: scelta di fotografie dalla collezione di Andrea Emiliani e dal Fondo Case sparse dell’Appennino forlivese del Parco nazionale delle Foreste casentinesi. Infine c’è “2018 Muri di Forlì: letture fotografiche di Luca Massari”.
Info: www.cultura.comune.forli.fc.it


LA VISITA

Nella città ideale del Rinascimento

Visite guidate per scoprire la storia e i segreti della città fortezza di Terra del Sole, antica capitale della provincia della Romagna toscana. Le porte, i bastioni, i borghi, il Castello del Capitano di Piazza, la corte di Palazzo Pretorio, la chiesa di Santa Reparata sono lo scenario del percorso.
Info: www.terradelsole.org


BAGNO DI ROMAGNA

Alla scoperta del Centro visita

Il Centro visita di Bagno di Romagna, nel Palazzo del Capitano, è stato allestito per educare a una conoscenza consapevole dell’ambiente. Già al piano terra fa bella mostra di sé la sagoma di un faggio con gli uccelli tipici delle faggete, insieme al plastico del Parco delle Foreste casentinesi.
Info: www.parcoforestecasentinesi.it


IN ESPOSIZIONE 200 FOTOGRAFIE

Viaggio, racconto, memoria
Scianna al San Domenico

Negli spazi espositivi dei Musei San Domenico di Forlì è aperta al pubblico la mostra retrospettiva dedicata a Ferdinando Scianna. Con circa 200 fotografie in bianco e nero stampate in diversi formati, la rassegna attraversa l’intera carriera del fotografo siciliano e si sviluppa lungo un articolato percorso narrativo, costruito su diversi capitoli e varie modalità di allestimento. Non mancano di certo le suggestioni catturate in oltre 50 anni di attività: da Bagheria alle Ande boliviane, dalle feste religiose all’esperienza nel mondo della moda. Poi i reportage, i paesaggi, le sue ossessioni tematiche come gli specchi, gli animali, le cose e infine i ritratti dei suoi grandi amici, maestri del mondo dell’arte e della cultura come Leonardo Sciascia, Henri Cartier-Bresson, Jorge Louis Borges. A ispirare Ferdinando Scianna è sempre stata la costante ricerca di una forma nel caos della vita.
Info: www.mostraferdinandoscianna.it


LA NATIVITÀ

Portico di Romagna paese di Presepi

Durante le festività natalizie il bel paese medievale di Portico di Romagna ospita un’esposizione di presepi negli angoli dell’antico borgo, nelle facciate delle case, nei sottoscale, alle finestrelle, nelle panchine o dentro tronchi cavi, realizzati con i più svariati materiali. Nelle giornate festive dolci e bevande calde accompagnano i visitatori in questo itinerario. L’atmosfera che si viene a creare raggiunge il suo apice nelle ore serali con l’accensione delle illuminazioni. Sono svariati gli antichi borghi romagnoli che per l’occasione si trasformano in una rassegna di tanti piccoli presepi, rinnovando in particolar modo la tradizione di allestire Presepi all’aperto, soprattutto nei pressi delle proprie abitazioni. Ricco è il programma di appuntamenti collaterali nell’arco delle festività e che è lo spunto per addentrarsi nelle viuzze del borgo alla ricerca della stella cometa.
Info: www.comune.portico-e-san-benedetto.fc.it

2018-12-19T14:52:31+00:00Argomento: INTRATTENIMENTO|