Ferrara

Gustave Courbet è in Italia
50 tele a Palazzo dei Diamanti

Le opere arrivano da importanti musei del mondo

Per la prima volta dopo circa cinquant’anni dall’ultima rassegna a lui dedicata, Gustave Courbet torna in Italia, a Palazzo dei Diamanti, a Ferrara. L’esposizione presenta circa cinquanta tele provenienti dai più importanti musei internazionali e conduce il visitatore in un percorso emozionante: dalle vedute della natia Franca Contea dipinte in gioventù, alle spettacolari marine spesso scosse dalla tempesta, dalle grotte da cui scaturiscono sorgenti alle cavità carsiche che si spalancano nei torrenti, dai sensuali nudi immersi in una rigogliosa vegetazione alle suggestive scene di caccia, fino ai capolavori realisti della maturità. Dotato di una rara sensibilità, la sua visione personale del mondo lo ha portato a innovare la pittura.
Le sue opere rappresentarono un sicuro modello di riferimento per Manet, Monet, Degas e compagni. Artista engagé e grande pittore di nudi femminili, Courbet preferì sempre la rappresentazione degli elementi naturali, en plein air o nello studio, anche quando si trovò ad affrontare i temi sociali che lo resero famoso. Con Courbet l’arte si emancipa dagli ideali classici e romantici e il vero e la natura diventano i perni attorno a cui far ruotare le narrazioni della propria epoca, quanto più vicino possibile al reale. In questo senso la sua passione per il mondo naturale lo portò a “fotografare” gli angoli più reconditi dei luoghi in cui si recò nel corso dei suoi frequenti viaggi restituendoci tutto il sentimento realista di quegli umidi sottoboschi, dei cieli immensi, dei mari, dei torrenti, delle cascate, dei corsi d’acqua e delle grotte.
Info: www.palazzodiamanti.it


MUSICA CLASSICA

Guida all’ascolto dei capolavori

La proposta di Bel composto: 10 incontri di guida all’ascolto dei capolavori della musica classica europea, tra cui Sinfonia n. 104 London di Haydn (15 novembre), Sogno di una notte di mezza estate di Mendelssohn (22 novembre), Roméo et Juliette di Berlioz (29 novembre). Al Circolo Unione di Ferrara.
Info: www.belcomposto.net


A SAN CARLO

Sapori d’autunno ecco la sagra

Per degustare i piatti alla zucca e i cappellacci, ecco fino a domenica 4 novembre l’edizione speciale Sapori d’autunno, dove accanto a una scelta dei cavalli di battaglia della sagra, si possono trovare le eccellenze stagionali e le bontà del territorio. Appuntamento al campo sportivo di San Carlo.
Info: www.sagrasancarlo.it


L’incanto delle coreografie del famoso corpo di ballo

La Bella Addormentata è al Teatro Nuovo

Al Teatro Nuovo di Ferrara va in scena sabato 24 novembre l’incanto delle coreografie e dei costumi di uno dei corpi di ballo più famosi al mondo. Proprio così, perché tra i capolavori ballettistici dell’Ottocento, La Bella Addormentata rappresenta il massimo dell’espressione classica, in un clima di astrazione teatrale, con più risalto alla danza pura rispetto alle vicende narrative. Un fiore all’occhiello per il Balletto di San Pietroburgo con le favolose e incantate scenografie e costumi e le stupende musiche di Pëtr Il’ic Cajkovski e su coreografie di Marius Petipa. La Bella Addormentata nel bosco è considerata uno dei più grandi balletti della Russia imperiale e la produzione del Balletto di San Pietroburgo è acclamata dal pubblico di ogni latitudine, con il suo finale romantico e la presenza di personaggi delle fiabe che hanno popolato l’infanzia di tutti. La Bella Addormentata è ora proiettata in un futuro meraviglioso, ora come prima, quando si addormentò, più di cento anni fa.
Info: www.teatronuovoferrara.com


MOSTRA-SCAMBIO

Pontelagoscuro
Baule in piazza

La nuova isola pedonale in Piazza Buozzi accoglie artigiani e artisti che espongono le loro creazioni in occasione di Baule in piazza, il mercatino del riuso e dell’hobby. A Pontelagoscuro, l’11 novembre, è possibile trovare di tutto perché gli espositori svuotano cantine e soffitte, armadi e librerie.
Info: www.prolocopontelagoscuro.it


IL MERCATINO

Fe’ nel baule riuso e riciclo

Il Fe’ nel baule ha lo scopo di dare nuova vita a oggetti che non si usano più ma che possono essere utili ad altri, aiutando i cittadini a liberare virtuosamente cantine, soffitte e armadi. Il 25 novembre ai Giardini del Grattacielo spazio a operatori professionali e non, hobbisti e riutilizzatori.
Info: www.ilfenelbaule.it


Usi e costumi: luoghi, sapori
cucina e rievocazioni storiche

Oltre duecento espositori si riuniscono a Ferrara

Viaggio nel tempo tra luoghi, sapori e rievocazioni storiche. Si rinnova a Ferrara la prima fiera internazionale dedicata alla tradizione come strumento al servizio del turismo sostenibile. Una nuova opportunità aperta a tutti per conoscere e approfondire la storia, il patrimonio, le identità locali italiane ed estere. Emergenze architettoniche, siti storici ed eccellenze ambientali si presentano al pubblico insieme a itinerari ed eventi culturali, festival e rievocazioni storiche. Un vero e proprio forum dedicato alla tutela e alla promozione del patrimonio tangibile e intangibile europeo, attraverso momenti di incontro tra istituzioni, organizzatori di eventi, operatori culturali e associazioni di Living History. Usi&Costumi, il 10 e l’11 novembre in Via della Fiera, è l’appuntamento che, con i suoi oltre duecento espositori annunciati, da cinque anni riunisce a Ferrara un po’ tutti i vari settori interessati al filone del turismo della memoria, delle tradizioni, più in generale del patrimonio intangibile italiano. C’è perfino un padiglione completamente dedicato alle rievocazioni storiche, sempre molto emozionanti da queste parti. Nel calendario degli eventi finisce anche Ristorica ovvero la tradizione in cucina. Si tratta di un modo gustoso di riscoprire i sapori delle tradizioni, consci di come l’enogastronomia sia un elemento di tutela e valorizzazione delle identità locali.
Info: www.usiecostumi.org


LA PROPOSTA

Castello Estense per le famiglie

Il ciclo di appuntamenti per conoscere il Castello Estense e scoprire storie e racconti dei principali protagonisti della Corte Estense prosegue il 24 novembre con “Chi è il più bello del reame…?”. Dopo un percorso tra le sale, un’attività di laboratorio consente a bambini e genitori di trasformare le informazioni ricevute e realizzare un elaborato da portare a casa come ricordo dell’esperienza.
Info: www.castelloestense.it


Prosegue l’evento musicale nella storica sede del Torrione San Giovanni

Ferrara in Jazz, 12 concerti a novembre

La programmazione che celebra i vent’anni di Ferrara in Jazz conferma la consolidata formula di successo degli scorsi anni. In equilibrio tra avanguardia e tradizione, attinge a piene mani dal miglior jazz della scena statunitense, con particolare riferimento all’area newyorkese, per poi spaziare con leggiadria tra Sud America, Asia ed Europa. Dal 1999 il Jazz Club, opera nella sede del Torrione San Giovanni (bastione rinascimentale parte del complesso della cinta muraria della città) all’interno del quale i soci possono fruire di circa settanta concerti annuali. Molti tra i massimi esponenti mondiali hanno calcato questo palcoscenico, rendendolo uno dei migliori jazz club europei.
Sono 12 gli appuntamenti solo nel mese di novembre con le esibizioni di Samuel Blaser Early In The Mornin’ featuring Oliver Lake, The Tower Jazz Composers Orchestra, Eujamm, Steve Wilson & Wilsonian’s Grain, Toninho Horta Trio Featuring Piero Odorici TributeTo Getz & Jobim’, Oded Tzur Quartet, Inspired. Celebrating Jim Hall, Ferenc Nemeth Trio Featuring Greg Tardy, Mikkel Ploug Trio, Pat Martino Organ Trio, Bill Carrothers Solo Recital, Francesco Cusa & The Assassins, The Tower Jazz Composers Orchestra.
Info: www.jazzclubferrara.com


AL PAC

World Press Photo le foto più belle

Per il terzo anno consecutivo la mostra del World Press Photo 2018 è stata allestita a Ferrara, al Padiglione d’arte contemporanea. Fino al 4 novembre possono essere ammirati gli scatti più belli, a iniziare dalla foto dell’anno, scelta nella categoria Spot News, quella di Ronaldo Schemidt. Fotografo venezuelano dell’Agence France Presse, ad avere ottenuto il riconoscimento è stato un suo scatto che ritrae un ragazzo in fuga e avvolto dalle fiamme, durante una manifestazione a Caracas nel maggio del 2017, contro il presidente Nicolás Maduro. World Press Photo 2018 è ideata da World Press Photo Foundation di Amsterdam e organizzata da 10b Photography. Per l’edizione 2018 la giuria, che ha suddiviso i lavori in otto categorie tra cui quella nuova dedicata all’ambiente, ha nominato 42 fotografi provenienti da 22 paesi. Tra i vincitori anche 5 italiani. In totale sono presenti 307 fotografie.
Info: www.worldpressphoto.org

2018-10-30T09:51:30+00:00Argomento: INTRATTENIMENTO|