“L’arte per l’arte”: un grande
progetto di valorizzazione

Focus / La mostra riguarda il periodo dal Cinque al Settecento

Torna al Castello Estense di Ferrara “L’arte per l’arte”, il progetto dedicato alla valorizzazione del patrimonio storico e artistico della città reso inaccessibile dopo il sisma del 2012. Dopo le opere di De Pisis, Boldini, Previati e Mentessi delle Gallerie d’Arte Moderna, protagoniste delle prime due esposizioni del progetto l’Arte per l’Arte, l’attenzione si sposta ora verso il periodo dal Cinque al Settecento. Le sale riccamente affrescate dell’ala sud e dei Camerini del Castello ospiteranno infatti la quadreria di proprietà dell’ASP, Centro Servizi alla Persona di Ferrara, Masi Torello e Voghiera, depositata presso i Musei di Arte Antica. Si tratta di un vero e proprio capitale artistico, pressoché sconosciuto eppure di grande rilevanza storica, che l’esposizione al Castello mira a restituire al grande pubblico. L’esperienza di visita assumerà i contorni di un viaggio nel tempo affascinante e sorprendente che spazierà dal tramonto del dominio Estense fino al secolo dei Lumi. Le tappe di questo itinerario ci condurranno al cospetto dei due importanti protagonisti della rivoluzione naturalistica di inizio Seicento: Ippolito Scarsella detto Scarsellino e Carlo Bononi.
Info: www.castelloestense.it


COMACCHIO

Una mostra ispirata all’Iliade

Fino al 27 ottobre Palazzo Bellini è sede di una nuova esposizione, ispirata alla più antica opera scritta dell’Occidente: l’Iliade di Omero. Il poema, attorno al quale ruota la mostra, narra la prima “guerra mondiale”, uno scontro durato dieci anni che coinvolse i popoli del Mediterraneo e dell’Asia. Un’attenta selezione di opere originali viene presentata in una cornice evocativa, con suggestioni che spaziano dall’epica al teatro, dalla realtà archeologica alla mitologia, dalla storia dell’arte alla letteratura.
Info: www.ferraraterraeacqua.it


“FuturPera”, la fiera della pericoltura

FerraraFiere / Appuntamento dal 28 al 30 Novembre con un ricco calendario

“FuturPera” è il primo evento fieristico dedicato alla valorizzazione della filiera pericola, dalle tecniche di produzione sostenibile alla conservazione del prodotto, dalla commercializzazione al consumo. La manifestazione punta a favorire il massimo sviluppo del comparto, la sua innovazione tecnologica e si propone come punto di incontro strategico dei diversi attori della filiera, italiani ed esteri, e dei buyers internazionali per favorire l’internazionalizzazione del prodotto. L’evento è il punto di riferimento per gli operatori del settore pericolo che trovano, in un’unica sede fieristica, le più importanti aziende rappresentative dell’intera filiera, un’offerta convegnistica d’eccellenza per aggiornarsi sulle ultime novità del settore e la possibilità di incontro e scambio con altri operatori. I padiglioni espositivi, con i loro ampi spazi che rispondono alle esigenze delle aziende di ogni dimensione e tipologia, sono il fulcro dell’evento. Percorrere gli spazi “FuturPera” è un vero e proprio viaggio, nella pericoltura italiana di qualità. Per questo Ferrara e il suo territorio, al centro della produzione pericola, sono le co-protagoniste della manifestazione fieristica.
Info: www.futurpera.com


25-27 OTTOBRE

Per chi ama andare piano

A Ferrara un raduno di gente che ama andare piano. Insieme si creerà una straordinaria comunità a pedali affratellata dalla lentezza. Il Ciclista Lento è disciplinato, non ama il pericolo, detesta la competizione. Perché in fondo, il Ciclista Lento, non ha bisogno di conferme cronometriche, di trofei da sollevare, per convincersi che vale. Il Ciclista Lento fondamentalmente è una persona felice, pacifica e gaudente in mezzo ad uno sciame di ciclisti invasati, fasciati da cardiofrequenzimetri, alimentati a maltodestrine e barrette energetiche. Il Ciclista Lento, se ha sete, si ferma e ordina da bere. Se ha fame, si ferma e ordina da mangiare. Non chiede altro che essere lasciato indietro, a godersi la pedalata più che il traguardo, il panorama più del contachilometri. Il Ciclista Lento non è espressione di una moda, è semplicemente se stesso. Orgoglioso di essere, a suo modo, un signor ciclista. Un signor Ciclista Lento.
Info: www.ciclistalento.it