Bologna

Budrio dei 99 presepi, la Natività
diventa un luogo magico e familiare

Anche quest’anno il centro storico è arricchito dalle opere di artigiani locali

La puntualità con cui arriva il Natale corrisponde con l’entusiasmo con cui grandi e bambini offrono il loro piccolo presepio alla ormai consolidata rassegna Budrio dei 99 Presepi, adesso alla sua quarta edizione. La mostra organizzata dalla Pro Loco è nata per coinvolgere le attività commerciali budriesi alla realizzazione di una mostra che riporta al Natale nel modo più evocativo ovvero attraverso il presepe. L’esposizione è in corso alla galleria Sant’Agata in Via Marconi ed è visitabile durante le festività e i giorni feriali fino al 6 gennaio.
Non solo, ma anche quest’anno il centro storico di Budrio è arricchito dalle opere degli artigiani locali. Sono infatti numerose le sculture che si possono ammirare passeggiando per le vie del centro: il pescatore, il boscaiolo, il fornaio, la pescivendola, l’angelo, la guardiana delle oche, i pastori con il gregge, i Re Magi con i loro cammelli e ovviamente la sacra famiglia. Tutti uniti dall’immaginazione che permette di pensare al presepe come un luogo magico, irrazionale, antistorico e improbabile, eppure così vero, vivo e familiare nell’immaginario di tutti noi.
E a chiudere il cerchio delle iniziative nella cittadina bolognese, la parrocchia dei santi Gervasio e Protasio, dopo aver ospitato il tradizionale presepio vivente con molti figuranti che hanno dato volto e corpo alla Natività, si prepara per la notte del 24 dicembre. Fino a domenica 13 gennaio mette infatti in mostra il presepio meccanico nella sagrestia della stessa Pieve. In tutti i casi la visita è sempre libera, con il solo rispetto degli orari di apertura.
Info: www.comune.budrio.bo.it


Per grandi e bimbi

L’Epifania a Castel San Pietro Terme
si festeggia insieme nel centro storico

Non poteva che rientrare anche la festa dell’Epifania nel programma di Castèl a Nadèl. In dialetto vuol dire Castello a Natale e raggruppa iniziative per le festività di fine e inizio anno. Un ricco carnet di proposte per grandi e bambini è pronto per animare il centro di Castel San Pietro Terme.
Info: www.prolococastelsanpietroterme.it


Circa 150 opere

Palazzo Albergati accoglie l’esposizione
Warhol&Friends. New York negli anni ‘80

Tra storie di eccessi, trasgressione e mondanità, i protagonisti del clima artistico di New York come Andy Warhol, Jean-Michel Basquiat, Francesco Clemente, Keith Haring, Julian Schnabel e Jeff Koons, sono a Palazzo Albergati di Bologna per “Warhol&Friends. New York negli anni ‘80” con 150 opere.
Info: www.palazzoalbergati.com


XXX edizione

Storica rievocazione con corteo in
costume nel borgo di Dozza

Con quella di quest’anno sono 30 le tradizionali rievocazioni dell’Epifania con corteo in costume nel borgo di Dozza. La partenza è alle ore 14 dalla Chiesa di San Lorenzo. Tra l’altro, la Fondazione Dozza Città d’Arte, in collaborazione con la Pro Loco e le parrocchie del Comune di Dozza, ha istituito il premio Presepi del Paese che sarà consegnato proprio al termine della XXX edizione dei Re Magi, il 6 gennaio, in Piazza Zotti a Dozza. I sopralluoghi della giuria sono effettuati per le vie del borgo di Dozza, di Toscanella e di San Lorenzo tra il 24 dicembre e il 5 gennaio per individuare i presepi più originali e caratteristici. Il tutto nell’ambito del ricco programma delle festività.
Info: www.fondazionedozza.it


Le befane finiscono al rogo
a San Matteo della Decima

I fantocci della vècia ardono nel cuore del paese

Al calar della sera la campagna di San Matteo della Decima (San Giovanni in Persiceto) si illumina dei tradizionali Roghi delle Befane. Grandi fantocci di paglia alti una decina di metri e raffiguranti la Vècia (Vecchia) ardono in diversi punti del paese incalzati dalle grida degli spettatori “A brùsa la Vècia” (Brucia la Vecchia)! Legata alla tradizione contadina più autentica, la manifestazione è resa possibile da gruppo di privati che mette a disposizione il terreno e in alcuni casi anche un piccolo ristoro a base di vin brulè, pane o crescente con salamini e mortadella. La tradizione rivive anche nell’antica usanza dei bambini di andare di casa in casa, travestiti da fcén (vecchini), per offrire doni e a recitare zirudelle, filastrocche dialettali in rima, in cambio di una piccola ricompensa golosa. Le origini della Befana, la vecchia che a cavallo della scopa porta doni nelle calze che i bambini lasciano appese prima di andare a dormire nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, sono legate alle tradizioni agrarie pagane: la vecchia che brucia rappresenta l’anno trascorso dalle cui ceneri nasce quello nuovo. I dolci che porta la Befana rappresentano i semi, i doni dell’anno a venire, la scopa è lo strumento che serve per spazzare via l’anno vecchio e le calze rotte simboleggiano il cammino. Ed è proprio nel momento in cui l’anno finisce che è pronto a rinascere come nuovo. Non a caso si usa dire “l’Epifania tutte le feste porta via”: dopo il 6 gennaio il contadino riprendeva infatti i lavori agricoli, a cominciare dalla semina, per dare vita a un nuovo e prosperoso raccolto.
Info: www.comunepersiceto.it


IMOLA/1

Vola la Befana per i bambini

A Imola tutti con il naso all’insù in attesa che la Befana scenda dal cielo alle ore 17 con le sue preziosi aiutanti e sempre a bordo di magiche scope per portare ai bimbi calze con doni e dolcetti. In Piazza Matteotti con la collaborazione di Comando provinciale di Vigili del fuoco, Cai e Pro Loco.
Info: www.imolacentrostorico.it


IMOLA/2

Festeggiamenti in pieno centro

Imola a Natale torna come sempre a essere il grande contenitore che, fino al 6 gennaio 2019, propone mercatini, tante mostre, i tradizionali presepi, concerti, spettacoli teatrali e rassegne di film, ma anche attività e giochi, animazioni originali, proposte gastronomiche e spettacoli itineranti.
Info: www.comune.imola.bo.it


THAT’S IT! Al MUSEO D’ARTE MODERNA DI BOLOGNA

Giovani artisti italiani a confronto

La mostra collettiva è un’occasione unica per vedere le opere di oltre 50 artisti nati dopo il 1980 e che lavorano in Italia per appartenenza biografica o per formazione. Ognuno di loro è rappresentato da un’opera o un intervento selezionato sulla base di un confronto con il curatore ed è in molti casi frutto di una nuova produzione appositamente realizzata. Un progetto concepito come un osservatorio sullo stato attuale delle ricerche artistiche più interessanti, dando conto di un’ampia varietà di linguaggi e media. Ha ancora senso definire un artista sulla base della nazionalità di appartenenza in una società globalizzata in rapidissima evoluzione? Quale significato ha oggi il concetto di generazione? A queste e altre domande la mostra al MAMbo cerca di offrire risposte documentando le direzioni in cui si muove oggi la giovane arte italiana. L’esposizione è accompagnata da un libro-catalogo che accoglie saggi critici e interventi degli artisti, e da un programma di eventi collaterali.
Info: www.mambo-bologna.org


IMOLA/3

Al villaggio più alternativo

Natale Zero Pare è il villaggio alternativo delle feste. Street food, mercatini, musica dal vivo, cabaret, artisti di strada e buskers sono solo alcuni degli ingredienti che animano Imola. L’ingresso al villaggio e a tutti gli spettacoli è sempre gratuito. Da 25 al 31 dicembre 2018 (27 e 28 esclusi).
Info: www.natalezeropare.it


CASTÈLANADÈL

Fuochi e luci dalla Torre

CastèlaNadèl in dialetto vuol dire Castello a Natale ed è il contenitore di iniziative pensato solamente per le festività natalizie. Un ricco programma per grandi e bambini anima il centro e non solo a Castel San Pietro Terme con tanto di fuochi d’artificio dalla Torre del Cassero il 31 dicembre.
Info: www.prolococastelsanpietroterme.it


A San Lazzaro di Savena
c’è la Galassia futurista

Fondazione Cirulli: sculture, manifesti, oggetti

A San Lazzaro di Savena, a pochi chilometri da Bologna, è possibile visitare la Fondazione Massimo e Sonia Cirulli, una nuova istituzione privata italiana che nasce sulla base di un archivio storico dedicato alla cultura italiana del XX secolo che comprende una collezione di alcune migliaia di pezzi. Gli obiettivi della Fondazione sono la valorizzazione, in ambito nazionale e internazionale, dell’arte e della cultura visiva italiana del XX secolo attraverso una rilettura dal taglio inedito e multidisciplinare della sua eredità culturale e la promozione di progetti orientati alla divulgazione della cultura creativa italiana dalla nascita della modernità e del made in Italy fino al boom economico. Per l’occasione è aperta la mostra Universo Futurista, a cura di Jeffrey T. Schnapp e Silvia Evangelisti, focalizzata sul nucleo della collezione dedicato a questo periodo storico (1909-1939). Sono in esposizione oltre 200 opere realizzate da artisti come Balla, Boccioni, Depero, Licini, Munari.
L’estetica futurista muove i suoi passi da un nuovo modo di concepire la creazione artistica, che supera i confini delle arti tradizionali e coinvolge la vita quotidiana nella sua totalità per diventare arte totale, creando un legame strettissimo tra arte e vita. Universo Futurista approfondisce questa nuova concezione estetica attraverso l’accurata selezione di dipinti, sculture, oggetti di design, disegni progettuali, fotografie e fotomontaggi, manifesti pubblicitari e documenti autografi di ogni genere realizzati da artisti futuristi dal 1909 fino alla fine degli anni 30 del Novecento.
Info: www.fondazionecirulli.org


IL CENTENARIO EVENTO AL MUSEO DEL RISORGIMENTO

La Grande Guerra tra storia e memoria

In occasione del Centenario della Prima Guerra Mondiale, il Museo del Risorgimento di Bologna propone un’esposizione sulla Grande Guerra all’interno del progetto “Storia e Memoria di Bologna”, pensato per dare voce ai protagonisti maggiori e minori della storia nel periodo tra l’età Napoleonica e la Liberazione. Sono esposti manifesti di propaganda dei prestiti nazionali, recentemente restaurati, documenti e cimeli originali relativi alla città, normalmente non visibili al pubblico, fotografie provenienti da archivi pubblici e privati, memorie del “Pantheon dei caduti illustri”, materiali dell’Ufficio per notizie alle famiglie dei militari.
Info: www.museibologna.it/risorgimento


LA NATIVITÀ

A Palazzo Isolani i presepi di Dimitrov

Fino al 6 gennaio è visitabile a Palazzo Isolani l’esposizione “Nativity – I presepi di Ivan Dimitrov”. La mostra, diventata in Emilia Romagna uno dei classici appuntamenti in grado di richiamare migliaia di visitatori, torna dopo anni di assenza ed è visitabile nelle settecentesche sale affrescate e decorate di Palazzo Isolani, nel cuore del centro storico della città, a due passi dalle Due Torri. Si presenta l’occasione di rivedere la mostra al completo, con alcuni presepi esposti in luoghi importanti, come la Cattedrale di San Pietro a Bologna, il cortile d’onore di Palazzo Pubblico a Siena e la sede centrale del Monte dei Paschi a Milano. Ivan Dimitrov, scultore, bolognese di adozione, risiede in Italia dagli anni 80. L’esposizione comprende oltre 300 sculture in terracotta attinenti al tema della Natività, di dimensioni dai 30 ai 50 centimetri di altezza, modellate a pezzo unico.
Info: www.mostradimitrov.com


L’ESPOSIZIONE

Palazzo Pallavicini, Mucha e Art Nouveau

La città di Bologna ospita per la prima volta un’importante retrospettiva sull’opera di Alphonse Mucha, tra i più grandi interpreti dall’Art Nouveau. Le sale settecentesche di Palazzo Pallavicini fanno da cornice a 80 tra le più celebri opere dell’artista ceco, di cui 27 esposte per la prima volta in Italia. L’esposizione pone uno sguardo inedito sull’opera del grande artista, uno dei più celebri e influenti artisti della Parigi fin de siècle, conosciuto ai più per le sue grafiche, come i cartelloni teatrali realizzati per l’attrice Sarah Bernhardt e le sue immagini pubblicitarie con donne eleganti e attraenti. Mucha creò un suo stile ben definito, le style Mucha. Con circa 80 opere, la mostra include alcuni tra i più iconici lavori dell’artista, poster e cartelloni del suo periodo parigino, e getta inoltre uno sguardo al linguaggio artistico con cui Mucha espresse il suo nazionalismo.
Info: www.palazzopallavicini.com

2018-12-19T15:44:30+00:00Argomento: INTRATTENIMENTO|