Bologna

William Hogarth: un ritratto in visita
dal Museo di Belle Arti di Gand

Per la prima volta a Bologna, esposto il dipinto “Ritratto di Signora”

Un celebre protagonista della pittura europea del Settecento arriva per la prima volta a Bologna: si tratta del pittore e incisore inglese William Hogarth, di cui il Museo Davia Bargellini espone – fino al 28 aprile – il dipinto “Ritratto di Signora” in abito bianco e orecchini di perle, proveniente dal Museo di Belle Arti di Gand, in Belgio. L’eccezionale opportunità espositiva si inserisce nell’ambito della rassegna “Ospiti inattesi” promossa fin dal 1996 dai Musei Civici d’Arte Antica | Istituzione Bologna Musei come attività di valorizzazione del patrimonio e sviluppo delle relazioni scientifiche con istituzioni museali italiane e internazionali, attraverso lo scambio di opere attivato in occasione di prestiti per esposizioni temporanee. Conosciuto e ammirato per la sua pittura dal realismo narrativo, sottilmente descrittivo e tagliente, dai contenuti moralizzanti e satirici, William Hogarth (1697–1764) assurse al rango di pittore della Corte inglese solo negli ultimi anni della sua vita. Tradotti a stampa in copiose tirature, i suoi dipinti criticano eventi politici, descrivono e denunciano abitudini sociali e vizi della società inglese del tempo. Sino a circa la metà del XIX secolo, una sorta di Hogarthomania contrassegnò il grande successo riscosso dall’opera del pittore, per molti versi rivoluzionaria. Rinomato ritrattista, Hogarth si dedicò inizialmente a un pubblico prevalentemente aristocratico, ma dal 1740 circa iniziò ad estendere il suo interesse verso una clientela appartenente all’emergente ricca borghesia commerciale, per la quale forgiò un nuovo lessico della ritrattistica inglese dell’epoca.
Info: www.museibologna.it


SU IL SIPARIO

In scena al Duse l’onirico
Alice in Wonderland

“Alice in Wonderland e le geometrie del sogno” è un progetto artistico sofisticato ed elegante capace di raccontare l’onirico intrecciando molteplici discipline: la ginnastica acrobatica, la recitazione, la danza. E’ uno spettacolo teatrale basato sulla leggendaria storia di Lewis Carroll. Alice, il Cappellaio Matto, il Coniglio, il Gatto del Cheshire e la Regina Nera, appariranno davanti al pubblico nella loro interpretazione circense, sullo sfondo di impressionanti scene 3D. La storia di Alice si arricchisce nella linea dell’amore: la ragazza si innamora del Principe Azzurro ed entrambi gli eroi devono superare ostacoli inimmaginabili. In scena al Teatro Duse martedì 19 Marzo.
Info: www.teatrodusebologna.it/spettacoli/alice-in-wonderland


GUSTO

Il 10 marzo si rinnova l’appuntamento
con “La sagra dei Maccheroni” a Imola

La Sagra dei Maccheroni si svolge in una frazione a circa 5 km
da Imola in direzione Firenze. Risalente ai primi del secolo, autofinanziata e gestita dagli abitanti del luogo, la manifestazione include spettacoli musicali e mostre di prodotti locali. Il ricavato
degli stand gastronomici viene devoluto in beneficenza.
Info: visitareimola.it/sagra-dei-maccheroni


OCCHIELLO

“Sturmtruppen 50 anni”: un omaggio
al genio irriverente di Franco Bonvicini

È dedicata al genio irriverente di Bonvi e ai 50 anni dei suoi soldaten la grande mostra “Sturmtruppen 50 anni” che Palazzo Fava ospita fino al 7 aprile. Circa 200 le opere esposte, in un percorso espositivo di quasi 600 metri quadrati, tutte provenienti dall’Archivio Bonvicini e in gran parte inedite.
Info: www.genusbononiae.it

2019-02-26T17:22:39+00:00Argomento: INTRATTENIMENTO|